Tacchi e taccheggi di Desy Icardi: un romanzo da non lasciarsi… scippare!

Tacchi e taccheggiCari serpentelli,

la prima settimana di settembre è appena finita, e voi state già strisciando sul linoleum grigio dell’ufficio?

Ecco qui una lettura che vi darà la carica: Tacchi e taccheggi della scrittrice, cabarettista e co-direttrice della scuola Facciamo la Lingua (http://www.facciamolalingua.it/) Desy Icardi, edito da Golem Edizioni (http://www.golemedizioni.net/), con la prefazione di Massimo Tallone.

Già il titolo è più efficace del trillo della sveglia: quel “tac tac” scandisce i minuti che scorrono inesorabili in attesa alla cassa, imita la voce monocorde del lettore di codici a barre e la staffetta (ovviamente sui tacchi) tra lo scaffale delle minestre liofilizzate e i cibi surgelati, prima di correre di nuovo al lavoro, saltando la pausa pranzo e… i sistemi antitaccheggio.

Perché sono questi gli ingredienti dell’originale ricetta: un supermercato, una manciata di espedienti per pagare l’affitto o provare un brivido di eccitazione, e una stanza che “sembrava il frutto di una sveltina tra l’ufficio di un autoricambista e un caotico magazzino”. Se poi aggiungete due donne diverse per carattere, idioma e stile di taccheggio (esistono tre tipologie di taccheggiatori, lo sapevate?), battute salate a volontà e una generosa spruzzata di Torino, il romanzo è servito… E un boccone tira l’altro.

La propensione al furto, la convivenza (e la confidenza) forzata e una sola singola notte possono cambiare due universi apparentemente agli antipodi… Perché, a volte, le linee (o le vite) parallele si incontrano eccome.

Correte in libreria e sistematevi comodi – sul divano, davanti al pc, nel reparto conserve. Se poi qualche taccheggiatore dovesse provare a sfilarvi il volume di mano, ditegli di procurarsene una copia con mezzi legali: vi sarà grato per il consiglio!

Annunci

5 thoughts on “Tacchi e taccheggi di Desy Icardi: un romanzo da non lasciarsi… scippare!

I commenti sono chiusi.