Un bel workshop… da incubo!

«Che accadrebbe se un giorno o una notte, un demone strisciasse furtivo nella più solitaria delle tue solitudini e ti dicesse: “Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte […]. Non ti rovesceresti a terra, digrignando i denti e maledicendo il demone che così ha parlato? Oppure hai forse vissuto una volta un attimo immenso, in cui questa sarebbe stata la tua risposta: “Tu sei un dio e mai intesi cosa più divina”?» (Friedrich Wilhelm Nietzsche, La gaia scienza, aforisma 341).

Una lunga citazione per dirvi… che tutto torna.

OuroborosNo, non mi sto dedicando all’Alchimia, ho trafficato un po’ in cucina, ma non credo che scaldare un veggie burger surgelato equivalga alla creazione della pietra filosofale o di un rimedio contro la pelle asfittica. E sì, a volte la gatta si morde la coda, ma non mi azzarderei a definirla un Uroboro.

Tutto torna e tutto serve: la prima delusione d’amore al secondo giorno d’asilo, la strada imboccata per sbaglio, il colpo di testa, dare retta al proprio sesto senso… o quinto senso e mezzo.

Un anno fa, in attesa di scroccare un pranzo e un espresso con panna, la mia capacità premonitoria (o sindrome da shopping compulsivo a stomaco vuoto) mi ha spinta a entrare in edicola; tra le riviste di cucina e bricolage e gli Armony dai titoli più bislacchi – nei quali epoche ai poli opposti della linea del tempo, realtà e fantascienza, minotauri e donne in carriera si incontrano –, una copertina in bianco e nero, su cui spiccava, unica nota di colore, una camicia rossa inconfondibile, ha attratto il mio sguardo: Dylan Dog – La magnifica creatura, testo di Marzano e disegni di Nizzoli. Mio!Un bel workshop da incubo!

L’ho bevuto in un sorso. Non sono stata così veloce nemmeno al cospetto del sopraccitato caffè ipercalorico.

E so benissimo che rispondere alla domanda “Perché questo fumetto ti è piaciuto così tanto?” con un “Perché è bello” è decisamente banale e riduttivo… ma è talmente bello che le parole mancano!

Una rilettura di Frankenstein al femminile, un personaggio etereo come un cristallo di neve e altrettanto effimero, un segreto alchemico (e rieccoci a parlare di esprimenti e alambicchi!) e le immancabili… freddure di Groucho: incantevole.

Da dodici mesi, l’albo numero 330 del nostro Indagatore ha un posto fisso nella mia libreria: periodicamente lo sfoglio, osservo i tratti, le inquadrature, il procedere della trama attraverso le vignette – quadri e cornici di una galleria ordinata e affascinante –, in un alternarsi di immagini mute, solitari e significativi balloon e dialoghi serrati.

Adesso marzo è ritornato, con i suoi pollini e il cliché del “Non si sa più come vestirsi”, ma stavolta ha portato con sé (o ri-portato, nel mio caso) qualcosa di nuovo a Torino: sabato 21, dalle ore 10.00 alle ore 17.00, nella sede di “Facciamo la Lingua”, quello stesso Giancarlo Marzano, Dottor Faust e “moderno Prometeo” della storia che ho tratteggiato, fornirà le basi e le tecniche per costruire la sceneggiatura di un fumetto, dall’idea alla messa in pratica (trovate tutte le informazioni QUI).

Posso mancare? No di certo! Quando la clessidra si capovolge e il disco riparte, dirottare i granelli di sabbia e fermare la musica non è sempre una mossa saggia… A volte è più fruttuoso (e creativo!) indossare l’anello temporale come un gioiello prezioso e accogliere l’attimo che ritorna.

Workshop sceneggiatura del fumetto_Facciamo La Lingua

Annunci

4 thoughts on “Un bel workshop… da incubo!

  1. ciao cara!Dylan è stato un mio grande amore dell’adolescenza!a partire dal…vediamo un po’…96?io e mia sorella abbiamo iniziato a collezionarlo:ogni mese c’era l’inedito, la ristampa, la II ristampa, la collezione book…e poi gli speciali (i Dylandoggoni)…insomma!abbiamo fatto il pieno per anni!!poi qualcosa è cambiato: ho notato un crescente “scarseggiare” di idee…e l’interesse è andato via via scemando!ma io lo adoro sempre e cmq e rileggo i vecchi albi ogni volta che posso!a Londra non potevo non andare a spiare cosa ci fosse in Craven Road 7!!1 bacione!!

    Mi piace

    • Ciao cara! A chi lo dici! ❤ Hai ragione, negli anni lo stile è cambiato, e non tutti gli albi hanno la potenza di "Johnny Freak", "Notti di caccia" o "Il marchio del vampiro"… Ma leggere le avventure del nostro Indagatore mi emoziona sempre e mi fa tornare indietro nel tempo, a quando aprivo ogni volume appena appena… Sia per non rovinarlo, sia perché avevo una fifa blu (poi l'amore ha preso il sopravvento!)! Un bacione a te e grazie! 😀

      Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.