50 sfumature di verde: Green Autobiography di Duccio Demetrio

Green Autobiography

È da tutto il giorno che persevero, nonostante gli sguardi disperati della gatta, le preghiere dei vicini e le incrinature di piatti e bicchieri – anche quelli del servizio buono – a canticchiare Come undone, complici la radio e il lunedì. Fatto sta che, al di là del mio inglese stonato e maccheronico, a un certo punto Robbie Williams gorgheggia: “If I ever hurt you your revenge will be so sweet”, e questo verso mi ha suggerito una riflessione.

A quanto si mormora, l’ex Take That avrebbe dedicato la canzone alla madre, con la quale, sempre secondo le voci di corridoio e della rete, ha un rapporto di amore-odio, oppure – e questo è il parere di altre campane – la ballata sarebbe un rimprovero dell’artista alla famiglia, colpevole di giudicarlo semplicemente un “bravo ragazzo”, senza notare o accettare i suoi lati più ribelli e complessi… Qualunque sia l’interpretazione corretta, io leggo questo testo, e in particolare la frase che ho citato qualche riga fa, come una carta d’identità, una dichiarazione di amore e di esistenza a qualcuno (concreto o etereo) che, nonostante i tuoi dissidi, le lotte intestine quotidiane – sedate a suon di musica e qualche eccesso – gli scatti e gli sbagli, è sempre pronto a riaccoglierti nel suo grembo, la più dolce delle vendette.

E questo abbraccio ci è offerto gratuitamente, senza progetto né pretesa, da una mamma, da un’amicizia speciale, dal compagno di vita o dalla natura. Natura come ispirazione, motivazione e protagonista del libro di cui vi vorrei parlare oggi.

Si tratta di Green Autobiography del prof. Duccio Demetrio, edito da Booksalad, un viaggio filosofico, lirico e introspettivo alla scoperta della letteratura green.

Continua a leggere