Invisibili alla riscossa! L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso

Limprevedibile-piano-della-scrittrice-senza-nome

“Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna”. E perché non viceversa? Oppure un altro uomo più o meno delle stesse dimensioni? O un nano da giardino, un bosone, un dirigibile, un Jack Russell, o magari una pirofila di melanzane alla parmigiana – e sul fattore cibo ritorneremo tra un attimo – preparata con tanto amore e tutti gli oleosi crismi da un parente, un amico o un ammiratore che abbia a cuore la nostra dieta?

Ora, senza addentrarmi in questioni troppo profonde, ciò che voglio dire è che gli aforismi, con il loro tono sentenzioso e la pretesa di esaustività, universalità ed eternità, non considerano una lunga e altrettanto imperitura serie di varianti, sfumature, angolazioni ed eccezioni – la qui presente, per dire, che grande non lo è neanche un po’, in questo momento ha dietro di sé una gatta che mordicchia una matita, una miniatura di Batman in edizione limitata, un sottobicchiere fradicio di ananas e lime e un marito che elabora nuovi e stupefacenti giochi di ruolo.

Tanto per restare in tema di dietrologie in senso letterale, però, devo confessare di avere anch’io il mio bel motto fresco di pensata – e il mio motto sì che vale sempre e comunque e si adatta a ogni stagione, a ogni mise, primo, secondo, contorno, dessert e ammazzacaffè: “Dietro un personaggio letterario, sia esso principale o marginale, c’è un sempre un grande entourage”. Qualche esempio?

Continua a leggere

Annunci